02 Feb

E’ venuto a mancare nei giorni scorsi Grazio Graziani, un anziano di Casa Mia.

Proprio in questi giorni abbiamo rinvenuto la sua biografia pubblicata su un numero di “Piaza ad Ca’ Mì”, una vecchia rivista di Casa Mia.

Abbiamo pensato, pertanto, di ricordarlo riportando questo articolo che risale al 2002.

“E’ nato a S. Sofia, nella frazione di Corniolo, il 16 luglio 1938. Quando aveva pochi mesi di vita la sua mamma morì, lasciandolo solo con il babbo che dopo qualche tempo si risposò. Grazio racconta di non aver avuto un’infanzia molto felice, la sua matrigna non era molto paziente con lui e non gli dimostrava affetto. Fu messo in collegio per circa cinque anni, a Montecatini Terme.

Ritornato in famiglia, imparò il mestiere dell’agricoltore, che è sempre stato l’unico che ha saputo fare. Passava molto tempo in campagna, a contatto con la natura e si occupava molto volentieri anche degli animali. Una volta ha avuto persino una disavventura con un montone che, non volendo ubbidire, pensò bene di rivoltarsi contro Grazio. Per fortuna le conseguenze furono lievi!

Della sua adolescenza ricorda le lunghe camminate a piedi o in bicicletta per i sentieri di montagna e le serate trascorse a suonare l’organetto nelle feste dei paesi. Fin da piccolo aveva dimostrato di avere grande passione per la musica, costruendosi persino strumenti rudimentali con oggetti casalinghi. Da ragazzo aveva imparato a suonare da solo e si divertiva a farsi invitare alle feste dove aveva anche l’occasione di conoscere delle ragazze! Grazio afferma con una punta di orgoglio di avere avuto “una ragazza in ogni paese”, di essere stato, insomma, un latin-lover dei monti! Tuttavia non si è mai sposato, perché non ha mai avuto la possibilità di garantire sicurezza economica ad una eventuale compagna. Oggi afferma che sposarsi era uno dei suoi più grandi desideri.

Per un certo periodo ha lavorato presso un padrone nella zona di Villafranca, ma non si trovava molto bene e nel 1997 ha deciso di trasferirsi a “Casa Mia”. Qui ha continuato ad esercitare le sue grandi passioni: si occupa infatti del garden e dell’allevamento dei canarini. Inoltre non perde occasione di allietare con il suono della sua armonica le serate degli ospiti della casa di riposo ed anche quelle degli avventori dei bar del vicino Centro Commerciale!

Leave a Comment