23 Mag

Ogni anno Casa Mia offre a diversi giovani l’opportunità di svolgere un anno di servizio civile all’interno della propria struttura.

Francesca è una giovanissima volontaria che ha scelto di dedicare 8 mesi della sua vita per fare servizio civile all’interno di Casa Mia. A conclusione del suo percorso ci racconta in un’intervista la sua esperienza.

Perché hai scelto di fare servizio civile?

Finita la scuola mi sono chiesta “cosa posso fare per rendermi utile?”. Ho saputo che c’era questa opportunità del servizio civile, così ho fatto domanda per partecipare.

Come mai hai scelto Casa Mia come struttura in cui svolgere questo servizio?

Potevo scegliere se lavorare con bambini, anziani o disabili. La mia prima scelta erano i bambini, però per fare servizio civile con loro erano richieste delle qualifiche maggiori, la mia seconda scelta erano gli anziani.
Tra le tante strutture ho scelto questa perché appartiene alla mia chiesa, diversi anziani li conoscevo già perché durante l’estate, nel passato, passavo a salutarli, qualche volta trascorrevo qualche ora con qualche nonnina.. una scelta di cuore, più che altro.. ero già affezionata ad alcuni di loro e almeno li
conoscevo in parte.

Qual è stato il tuo ruolo all’interno di Casa Mia in questi mesi?

Mi sono occupata delle attività di animazione; preparavamo le feste e facevamo attività di cucina. La cucina, poi, è una mia passione! Io speravo di insegnare loro qualche ricetta nuova e allo stesso tempo speravo di apprendere dalla loro esperienza.. ho osservato come facevano la sfoglia per imparare anch’io a farla meglio.

 

E’ cambiato qualcosa in te in questi 8 mesi? Pensi di aver imparato qualcosa?

I nonnini mi hanno dato tanto… soprattutto con loro ho sviluppato la pazienza e ho imparato che devo riflettere di più, devo stare più tranquilla; ho capito che tanto se deve succedere qualcosa, succede, e sopratutto non è una tragedia se qualcosa va male..
Sono stati un esempio per me. Loro si sono sempre rialzati dopo tantissime cose che hanno passato, tra cui tante guerre.. quindi alla fine io mi posso reputare abbastanza fortunata!
Inoltre, i miei nonni maschi non li ho mai avuti, mentre le femmine abitano lontano, quindi mi ha fatto tanto piacere perchè qui ho trovato tanti nonnini. Infatti, anche se ho concluso il mio percorso, avrò il piacere e la possibilità di venire a salutarli ogni settimana, visto che ogni sabato mi trovo in zona perchè frequento la Chiesa avventista del settimo giorno, che è adiacente ai locali di Casa Mia.

Ringraziamo di cuore Francesca per aver scelto di trascorrere un po’ del suo tempo con noi, e la salutiamo con un ARRIVEDERCI, certi che i nostri nonnini avranno ancora la gioia di rivederla per un saluto.

Leave a Comment